Il racconto del primo think tank dedicato al MEIS – Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara

Sabato 3 e domenica 4 settembre 2016 si è tenuta a Ferrara la Festa del Libro Ebraico. La rassegna a cura della Fondazione MEIS e patrocinata, tra gli altri da MiBACT e Regione Emilia-Romagna, è nata alcuni anni fa per promuovere la conoscenza della cultura ebraica italiana. Dibattiti, concerti, convegni internazionali e incontri con gli scrittori, mostre e proiezioni cinematografiche, una libreria tematica, un premio e visite guidate, anche notturne, al cantiere del MEIS.

Perché

Simonetta Della Seta, la nuova direttrice del Meis, ha voluto trasformare l’edizione 2016 della Festa del Libro Ebraico nel primo think tank per il nascente MEIS, Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah con direttori di musei ebraici italiani ed europei.

Allo stesso tempo era necessario garantire la visibilità e copertura dell’evento a specifici segmenti di pubblico, nonché alla cittadinanza in generale. È stata messa a punto una digital strategy che comprendesse attività di elaborazione dei contenuti per il sito web ufficiale e di social media management per la pagina Facebook e l’account Twitter del MEIS.

Come

BAM! ha elaborato un piano editoriale condiviso per la distribuzione e definizione dei contenuti, a partire da un mese prima dell’evento. Testi e contenuti multimediali sono stati prodotti sulle basi del programma dell’evento:

  • per implementare la sezione ad esso dedicata sul sito meisweb.it che, durante la Festa ha ottenuto oltre 13mila visualizzazioni di pagina (+67% di visitatori)
  • per aggiornare costantemente i social network e customizzarli con grafiche prodotte ad hoc, sfruttando l’immagine coordinata della Festa del Libro (oltre 30 post pubblicati su Facebook)
  • svolgere attività di live-tweeting durante l’evento, durante il quale sono stati lanciati oltre 120 tweet, veicolando i contenuti attraverso un hashtag unico per tutte le iniziative – #libroebraicofe.
Durante e dopo l’evento, il monitoraggio degli Analytics di Google e degli account social ha permesso una restituzione quanto più precisa possibile dei risultati delle attività.

Risorse

Latest Project