886669_10152702185490177_202185128_o

I musei, le collezioni e i beni culturali delle nostre città costituiscono spesso una risorsa sottoutilizzata, ancora troppo distante dalla vita quotidiana. Riappropriarsi di questi luoghi e condividerne il valore significa ricostruire un’identità collettiva, un laboratorio di dialogo democratico: per questo servono cittadini consapevoli, ma anche istituzioni culturali aperte, inclusive e aggiornate.

Wikimuseums nasce proprio per stimolare musei, professionisti e cittadini ad affrontare questa sfida: favorire e ampliare l’accesso alla cultura attraverso strumenti semplici, in un’ottica di uso civico della rete e di cura del bene comune.

Il 5 e 6 maggio 2016 al Museo Pignatelli di Napoli si è svolto il primo esperimento di Wikimuseums: due giorni di incontri e approfondimenti su patrimonio culturale e partecipazione digitale. Una conferenza aperta al pubblico, un workshop di formazione per professionisti del settore culturale e una maratona digitale per un gruppo di studenti: tre momenti diversi con l’unico obiettivo di riscoprire la funzione pubblica del nostro patrimonio e il ruolo attivo della comunità nel definirne l’importanza.

Le parole d'ordine

icons-02

Open (data)

L’accessibilità e la condivisione dei dati relativi alle istituzioni e alle collezioni culturali è un passo importante per liberare il potenziale della cultura, individuando nuovi modi di creazione del valore: riutilizzo, reinterpretazione, interazione con altre fonti, derivazione di prodotti, software o applicazioni.

icons-01

Wiki (approach)

L’approccio più conosciuto e diffuso al mondo nelle interazioni tra community e conoscenza ha avuto numerose e vincenti applicazioni anche nel settore culturale: ne sono una prova strumenti come QRpedia e progetto GLAM, sempre più utilizzati in Europa, che potrebbero essere importati con successo anche in Italia.

icons-03

Dutch (touch)

L’Olanda è uno degli stati europei che lavora da più tempo sull’applicazione di questi strumenti al settore culturale e che può fornirci i casi di studio e le professionalità più interessanti, per mostrare al settore culturale italiano direzioni di lavoro concrete, metodi già sperimentati e commisurati ai risultati.

Speakers

I volti di Wikimuseums a Napoli

Maarten Brinkerink

Maarten Brinkerink

Open Cultuur Data | Public Participation Expert

Mariella Utili

Mariella Utili

Museums of Campania | Director

Peter Gorgels

Peter Gorgels

Rijksmuseum | Digital Communication Manager

Davide Baruzzi

Davide Baruzzi

BAM! Strategie Culturali | Project Designer

Saverio Giulio Malatesta

Saverio Giulio Malatesta

Wikimedia Italia | Coordinator in Campania, Italy

Simone Cortesi

Simone Cortesi

OpenStreetMap | Director

Alessandro Palmas

Alessandro Palmas

OpenStreetMap | Project Manager

Paolo Verri

Paolo Verri

Matera 2019 | Project Manager

Rossella Tarantino

Rossella Tarantino

Matera 2019 | Project Manager

Claudio Forziati

Claudio Forziati

Wikimedia Italia | Coordinator in Campania, Italy