News

Audience engagement e Serie TV? Parliamo di SKAM

By 17 Aprile 2019 Agosto 6th, 2019 No Comments

Sabato 4 maggio il Nordic Film Fest di Roma, in collaborazione con BAM!, ha ospitato un evento speciale su SKAM, la serie tv che è partita dalla Norvegia per conquistare gli adolescenti di mezzo mondo.

 

Chi conosce bene BAM! sa che da qualche mese abbiamo un nuovo grande amore: SKAM, la serie norvegese che dal 2015 è diventata un caso internazionale, già adattata in altri 7 paesi e arrivata in Italia grazie a TIMvision nel 2018.

SKAM è molte cose: è una webserie, prodotta in origine da NRK, la televisione pubblica norvegese, che segue un gruppo di adolescenti nel periodo più delicato e sensibile delle loro formazioni, affrontando in modo originale temi sociali di grande importanza, con un realismo e una cura eccezionale nella costruzione dei dialoghi e delle interazioni; è una produzione “partecipata”, la cui sceneggiatura originale è stata costruita attraverso una lunga indagine e una serie di interviste ai teenager norvegesi da parte dall’ideatrice Julie Andem; è un prodotto multimediale innovativo che ibridando tv e social media ha inventato un modo nuovo di rivolgersi agli adolescenti; è un format culturale che ha dimostrato di essere replicabile in contesti, culture e lingue diverse.

SKAM insomma è una pratica innovativa, originale e internazionale di audience engagement, ed è in quest’ottica che BAM! l’ha presentata al pubblico italiano in un evento speciale all’interno del Nordic Film Fest di Roma, la rassegna che promuove la cultura cinematografica dei Paesi Nordici (Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia), a cura delle quattro ambasciate nordiche in Italia e con la collaborazione del Circolo Scandinavo di Roma.

L’incontro, voluto dall’Ambasciata di Norvegia in Italia e coordinato da BAM!, ha ospitato Marianne Furevold-Boland, la produttrice di SKAM Norvegia, che ha presetato in dettaglio il caso norvegese e la fase di partecipazione che ha preceduto la realizzazione della serie. A seguire, una tavola rotonda ha messo a confronto il caso di SKAM con altre esperienze: pratiche di co-creazione con il pubblico, partecipazione nella scrittura, utilizzo innovativo delle piattaforme multimediali.

Abbiamo incontrato Ludovico Bessegato, regista e creatore di SKAM Italia, per capire come è stato adattato il format per rivolgersi al pubblico italiano; Giulia Chiapparelli del MAXXI per portare il caso di JACK, la web tv dell’arte contemporanea; Janet De Nardis del Roma Web Fest per riflettere sul web come canale produttivo e distributivo.

Nel  pomeriggio di domenica 5 maggio il Nordic Film Fest ha organizzato una maratona SKAM, con alcuni episodi scelti della serie norvegese e l’intera seconda stagione dell’adattamento italiano. Oltre a Ludovico Bessegato, gli spettatori hanno incontrato Rocco Fasano, l’attore che interpreta il ruolo di Niccolò in SKAM Italia.

Maggiori informazioni e aggiornamenti sono disponibili sull’evento Facebook, mentre qui sotto è possibile rivedere la registrazione dell’intero evento