Un percorso lungo un anno dedicato al pubblico
del più importante e centrale teatro di Bologna

 

Dal 2014 l’Arena del Sole, il teatro bolognese di via Indipendenza, è entrato a far parte di Emilia Romagna Teatro Fondazione, uno dei sette Teatri Nazionali nati a seguito dell’ultima riforma del settore. Il cambio di direzione è arrivato dopo quasi vent’anni di gestione da parte di Nuova Scena, storica compagnia nata nel 1968 ad opera, fra gli altri, di Dario Fo, Franca Rame e Vittorio Franceschi.

Un passaggio di consegne importante, grazie al quale ERT, da sempre basato a Modena, ha fatto il suo ingresso sulla scena Bolognese. È iniziato così un lavoro di dialogo con la scena culturale locale e di rinnovamento nella programmazione che troverà ulteriore slancio a partire dalle stagioni 16/17 e 17/18,  quando Emilia Romagna Teatro vedrà ai blocchi di partenza anche una nuova direzione artistica.

Perché

In questo momento di cambiamento e di sostanziale rinnovamento dell’offerta culturale della città, l’Arena del Sole sente il bisogno di conoscere meglio il proprio pubblico e vuole trovare nuovi modi di dialogare e chiedere il parere dei suoi spettatori. Per farlo, vuole investigare le abitudini di consumo culturale e teatrale in città, capire se e come i flussi di pubblico si spostano da un’istituzione a un’altra e lavorare sulla propria offerta e sui propri servizi per intercettare un pubblico nuovo, occasionale o potenziale.

Come

BAM! ha proposto all’Arena del Sole e a Emilia Romagna Teatro un percorso strategico che si è snodato per un anno circa, a partire dalla primavera 2016. L’obiettivo finale era la consegna all’istituzione, nella primavera 2017, di un Audience Development Plan, una mappa capace di guidare e indicare azioni specifiche per il miglioramento della relazione coi pubblici, da compiersi a partire dalla stagione 2017/2018.

Una prima parte di studio è partita nell’estate 2016 con un benchmark sulle politiche di offerta, di comunicazione, di gestione degli spazi e di relazione col pubblico di alcuni importanti teatri nazionali e internazionali.

Dall’autunno, con il lancio della stagione 16/17, è partita la campagna Quale Teatro? finalizzata allo studio del pubblico: questionari e interviste per investigare la relazione tra l’Arena e il pubblico della cultura e del teatro a Bologna, per indagare l’effettiva conoscenza dell’offerta del teatro da parte del non-pubblico, e la soddisfazione dell’esperienza degli spettatori. Le indagini sono state accompagnate da una campagna di comunicazione e apertura rivolta a spettatori e non-spettatori, in collaborazione con altre istituzioni culturali della città, nell’ottica di rinnovare un legame col territorio e di fondare le basi per future azioni di coinvolgimento. Queste le istituzioni che hanno ospitato il progetto Quale Teatro?: MAMbo, Biblioteca Salaborsa, Teatro Comunale, Cineteca di Bologna, Genus Bononiae, Circuito Cinema, Bologna Jazz Festival.

Dopo un primo round di indagini compiute tra ottobre e febbraio, i dati racconti (quasi 2000 questionari) sono stati elaborati e hanno composto un primo report condiviso con gli stakeholder e con il pubblico dell’Arena a metà della stagione. Con l’inizio della primavera si sono andati a comporre tutti i tasselli del piano di audience development per la stagione successiva: si sono co-progettate con l’istituzione le azioni di coinvolgimento, si è elaborata una nuova strategia digitale a supporto delle azioni e sono state presentate proposte operative per rinnovare le politiche dell’offerta, l’uso degli spazi e la comunicazione con il pubblico.

Risorse

Guarda la cartolina di QualeTeatro?

 

 

Latest Project